MoonlightMenuValcasiesMenuTrentinoMenu

log in

Davide Magnini e Ruth Croft, eccellenze a Chamonix

Vota questo articolo
(0 Voti)

È stato il ventunenne Davide Magnini (Team Salomon) a vincere la gara maschile con una prova straordinaria che lo proietta definitivamente tra gli atleti top mondiali del trail running, mentre Ruth Croft (Team Scott) si è aggiudicata la vittoria nella classifica femminile per il secondo anno consecutivo. Magnini nella seconda metà della gara ha superato una schiera di giovani talenti per vincere con un tempo di 3:47:13, sette minuti e 13 secondi di vantaggio dal suo connazionale Nadir Maguet (Team La Sportiva) e nove minuti prima del polacco Bartlomiej Przedwojewski (Team Salomon), che ha concluso al 3° posto. “Non mi aspettavo di finire la gara", ha raccontato Magnini, che in questa stagione è stato alle prese con infortunio che gli ha impedito di correre più di 20 km. "Sono venuto qui per godermi questo bellissimo paesaggio. Ho fatto del mio meglio nella prima salita dove sapevo di poter mantenere un buon ritmo. Poi, quando ho raggiunto il fondovalle a Le Tour, ho aumentato il ritmo. Così mi sono detto, 'Beh, hai fatto 30 km, quindi oggi ci devi provare.' Da lì, sono stati gli applausi della folla e il panorama straordinario ad aiutarmi a continuare a correre". In una gara con un caldo opprimente, alcune giovani stelle della prova maschile hanno preso il comando dopo il tempo molto veloce impostato dallo statunitense Andy Wacker (Team Nike). Wacker ha gareggiato ad un ritmo suicida, distanziandosi diversi minuti dal resto del gruppo nelle prime fasi pianeggianti e veloci. Alla fine, però, il gruppo lo ha raggiunto e Wacker si è posizionato 10°. Dopo che lo svizzero Remi Bonnet ha raggiunto Wacker, sono stati Magnini, Maguet e Przedwojewski a cercare di raggiungere Bonnet e lo hanno poi superato nelle ultime fasi. Bonnet si è posizionato 5°, dietro al compagno di squadra Salomon Stian Angermund-Vik. Il francese Thibaut Baronian è arrivato 6°. Nella gara femminile, Ruth Croft ha mostrato di non essere solo forte e talentuosa, ma anche molto esperta. Ha corso una gara tattica, affrontando il caldo e tenendo sotto controllo tutto per vincere con un tempo di 4:34:44. Ha centrato due vittorie consecutive alla Marathon du Mont Blanc e nel 2018 ha anche vinto la Golden Trail World Series. La Croft ha superato l'italiana Silvia Rampazzo (Team Tornado) che ha sostenuto una gara molto audace aggiudicandosi il 2° posto, 3 minuti e 13 secondi dietro la neozelandese. Sul podio le ha raggiunte Eli Anne Dvergsdal (Team Salomon), che non rischia di rimanere anonima a lungo. È stato il secondo podio per la norvegese, la seconda maratona della sua carriera dopo aver vinto Zegama all'inizio di giugno. Un trio di atlete Salomon ha poi seguito le prime tre classificate: la svedese Fanny Borgstrom è arrivata al 4° posto, la spagnola Eli Gordon ha ottenuto il 5° e la sudafricana Meg Mackenzie è stata felice del suo 6° posto.

Italian English Finnish French German Norwegian Russian Spanish Swedish

Log in or create an account

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.