MoonlightMenuValcasiesMenuNEWTrentinoMenu

log in

NEVE A GO-GO SULLE PISTE DELLA COPPA DEL MONDO DELL’ALTA PUSTERIA

Vota questo articolo
(0 Voti)

Tour de Ski 2021, l’undicesima sinfonia di Dobbiaco. Il 5 e il 6 gennaio lo stadio del fondo con la celebrata Nordic Arena festeggerà l’undicesima presenza del “Tour” in Alta Pusteria. Stessa località famosa per le dieci sinfonie, l’ultima incompleta, del grandissimo Gustav Mahler. Irriverente di sicuro l’accostamento, ma il Tour de Ski a Dobbiaco ha da sempre un sapore speciale. Un teatro di incommensurabile bellezza, splendido in queste ore con la neve che è caduta e sta cadendo con grande intensità, un’orchestra di primo piano come quella dei più grandi campioni dello sci di fondo mondiali, un coro particolarmente intonato con i capaci volontari che sono stati forgiati negli anni da tante gare di successo, un direttore d’orchestra, pardon di gara, di grande esperienza come Eugenio Rizzo, il direttore artistico, il presidente Gerti Taschler, che accorda alla perfezione strumenti, voci ed orchestrali. L’orchestra altoatesina dello SportOK Dobbiaco per l’undicesima sinfonia sta intonando gli strumenti: i cannoni tacciono dopo aver sparato metri cubi e metri cubi di neve prima che arrivasse quella naturale, i “gatti” spianano la coltre bianca sia per la Coppa Italia che andrà scena il prossimo weekend, ma soprattutto per la tappa di Coppa del Mondo del 5 e 6 gennaio, ovvero il Tour de Ski. Occorre limare qualche nota stonata di questi giorni, con norvegesi, svedesi e finlandesi che ancora non hanno deciso se saranno della partita o se faranno da spettatori, impauriti dal Covid. A Dobbiaco si sta lavorando davvero sodo, sui protocolli di prevenzione della pandemia, sulle direttive nazionali e provinciali da rispettare. In primo luogo, ovviamente, hanno priorità la sicurezza e la salute di atleti, tecnici e dei tanti volontari che hanno già confermato la propria collaborazione. In programma le tradizionali gare dobbiachesi, la Individual di 10 e 15 km in tecnica libera martedì 5 gennaio, poi la Befana ci regala la Pursuit, stesse distanze ma in tecnica classica. Stavolta a rendere ancora più bella la pista e la Nordic Arena c’è anche l’abbondanza di neve e - sperando che i “nordici” decidano di esserci – lo spettacolo sarà nuovamente ad alto livello perché in questa stagione gli obiettivi principali per tutti sono il Tour e il Mondiale di Oberstdorf. Uno spettacolo che appassionati e sportivi potranno godersi, purtroppo, solo seduti davanti alla TV perché le norme anti Covid impongono gare a porte chiuse. La Rai, Eurosport, ma anche le emittenti in lingua tedesca delle vicine Austria e Germania insieme a tante altre trasmetteranno le immagini live e probabilmente qualcuno in differita. Per la prossima edizione gli organizzatori hanno voluto mettere un po’ di ‘pepe’ in più al percorso, spezzando il lungo tratto finale in piano nello stadio. Saranno inserite un paio di salite spezza ritmo che potrebbero davvero essere decisive, sicuramente saranno spettacolari. Dunque neve abbondante, quasi un metro ad oggi, ma parte della pista presenta già uno strato di neve artificiale. L’undicesima sinfonia di Dobbiaco è pronta a deliziare gli sportivi: Martedì 5 gennaio alle ore 13 la Individual 10 km femminile, alle 14.45 la 15 km maschile in tecnica libera. Mercoledì 6 invece la Pursuit 10 km femminile alle ore 13.30, la 15 km maschile alle 14.40. Lunedì ci sarà una conference call tra la FIS e gli organizzatori del Tour de Ski per le ultime info e, si spera, con le conferme delle nazionali più attese. Info: www.worldcup-dobbiaco.it

Italian English Finnish French German Norwegian Russian Spanish Swedish

Log in or create an account

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.