log in

  

MoonlightMenuVal Casies 2023TrentinoMenu

 

Mercoledì, 18 Maggio 2022

GRAN GALÀ PER I 40 ANNI DEL TEAM FUTURA

Atleti del presente, campioni e personaggi del passato e il futuro che verrà: il Team Futura Alta Quota Trentino ha festeggiato sabato 14 maggio i primi 40 anni di gloriosa storia nella splendida location di Villa Ciani Bassetti a Lasino, in Trentino. 40 anni di passione per lo sport, in particolare per lo sci di fondo e lo skiroll, 40 anni di condivisione, di famiglia e di solide amicizie, la storia del team giallo-fluo sembra infinita. Alla piacevole serata di gala erano presenti 150 ospiti e nell’incantevole giardino esterno hanno preso la parola il presidente della FISI Trentino, Tiziano Mellarini, il consigliere FISI Marco Zoller, Giuseppe “Sepp” Chenetti, responsabile delle discipline nordiche e consulente tecnico oltre che ex tesserato negli anni ’90 del team, il consigliere provinciale Pietro De Godenz, Paola Mora, presidente del CONI Trento, ed Enrico Coser, main sponsor del Team Futura. “L’idea di organizzare una festa era già in programma ad inizio 2020 ma poi … - afferma il presidente Andrea Buttaboni - ci tenevamo soprattutto per una questione di condivisione: siamo una grande famiglia unita dalla passione per lo sci di fondo e per lo sport in generale. Erano due anni che il team non passava del tempo assieme in spensieratezza, e sabato è stato un momento di libertà e il tutto è avvenuto nella maniera più naturale possibile. Ė stato bello vedere presenti 50 atleti - su circa 75 tesserati totali - scambiarsi aneddoti e ricordare i bei tempi passati assieme. Di aneddoti divertenti da raccontare ce ne sono una sfilza - continua Buttaboni - uno fresco che mi ha raccontato Olivo Desilvestro è quando eravamo alla 24h di Pinzolo negli anni ‘80 con la prima squadra italiana in gara; gli atleti giravano 1h a testa e ci si poteva riposare in camper ed alcuni atleti hanno sbagliato camper sfiniti in piena notte, in camper di sconosciuti… Oppure le grosse risate che ci siamo fatti con Cristian Zorzi e Mirko Filippi agli inizi negli anni ’80, quando avevamo tanti ragazzi giovani dai 6 ai 14 anni che facevano parte della squadra di skiroll, si viaggiava tantissimo in lungo e in largo in Italia ed anche all’estero, alcuni momenti non tramontano mai”. Di storie da raccontare ne hanno parecchie gli atleti del passato Olivo Desilvestro, Sergio Morandini, Attilio Dellagiacoma e Friedrich Nöckler, quest’ultimo uno tra gli atleti più longevi portacolori del team per ben 38 anni. Presente pure Luigi Turri, atleta e poi consigliere del team dal 1981, ed Eugenia Bitchougova, la fondista russa naturalizzata italiana vincitrice della Marcialonga nel 1995 e più volte vincitrice della Gran Fondo Val Casies e della Dobbiaco-Cortina. Un pensiero è stato rivolto inoltre a Roberto Sartori, il fondatore del Team Futura e grande amico, scomparso l’anno scorso all’età di 71 anni. Grazie a loro, Fausto Filippi, Bernardo Trabalzini, Silvano Berlanda e alla loro passione sfrenata per lo sport e per lo sci di fondo, lo skiroll e il ciclismo, il Team Futura ha iniziato il suo lungo viaggio nel lontano 1981. La serata è continuata all’interno della splendida villa, grandi applausi per il pasticcere Sergio Berlanda che ha preparato la deliziosa torta, e per lo chef Stefano Bertoni, pure appassionato di sport. “La festa - conclude Buttaboni - è stata un punto d’arrivo e di partenza per il nostro team, che si sta già mettendo al lavoro per la prossima stagione. Ora ci sentiamo addosso una grande responsabilità, le basi ci sono e noi ce la metteremo tutta per non deludere le aspettative. Certo, non sarà un compito facile, ma i presupposti per fare bene ci sono e questo è l’importante. Ringrazio gli sponsor che hanno supportato questi primi 40 anni di storia del team” ed in particolare Enrico Coser che con le Grafiche Futura ha dato il nuovo nome al team nel 2014 ed è diventato la sinergia più longeva della storia del gruppo sportivo lavisano con ben 18 anni di collaborazione. La serata si è conclusa con successo, tutto è andato per il meglio ed ora il Team Futura guarda col sorriso verso il futuro. “Futura” promette bene ed è di buon auspicio: è infatti anche il nome del logo prescelto per rappresentare le Olimpiadi Milano-Cortina 2026. Il futuro inizia oggi! Info: www.teamfutura.it

  • Pubblicato in Altro

MEZZA MARATONA DELL’ALPE DI SIUSI UNA CORSA SEMPRE PIÚ ECOLOGICA

È ormai un appuntamento fisso del calendario podistico: ogni prima domenica di luglio nell’alpeggio più grande d’Europa va in scena la Mezza Maratona dell’Alpe di Siusi. Una competizione podistica sulla distanza di 21 chilometri che si svolge in località Compaccio, nel comune di Castelrotto in provincia di Bolzano. Sin dalla prima edizione la gara si svolge nella prima domenica di luglio e ha un tetto limite di 700 partecipanti. Sin dalla sua nascita, la manifestazione ha fatto propria la tutela del territorio su cui si svolge, e da sempre si attiva per la protezione e la salvaguardia del paesaggio attraversato dalla competizione, tanto da meritarsi il titolo di “Green Event” assegnato dall’Alto Adige. Questa certificazione viene rilasciata dalla provincia autonoma di Bolzano e richiede il rispetto di criteri che portano alla riduzione delle emissioni di CO2 e al contenimento della produzione di rifiuti. A titolo di esempio, tra le azioni per la riduzione dell’impatto ambientale, gli organizzatori della Mezza Maratona dell’Alpe di Siusi hanno scelto di confezionare la maglia ufficiale dell’edizione 2022 con un tessuto totalmente riciclato. Infine, per raggiungere i 1.800 metri di Compaccio, i concorrenti potranno lasciare la propria vettura a Siusi allo Sciliar e utilizzare gratuitamente la cabinovia che li porterà nella sede di partenza e arrivo della gara. Nel pacco gara della Mezza Maratona dell’Alpe di Siusi saranno presenti prodotti di origine locale, compreso il buono pasto per la festa post gara, che verrà gestito dalla macelleria Stefan di Siusi. Locali saranno anche i premi, sponsorizzati dalle strutture della zona: i cestini conterranno prodotti di aziende e piccoli produttori dell’Alto Adige. Ultimo, ma non certo per importanza, al termine della gara i partecipanti potranno mettersi al collo la meritata medaglia che, in linea con i principi di sostenibilità della Mezza Maratona dell’Alpe di Siusi, sarà costruita in legno ottenuto da boschi altoatesini. Per informazioni: www.running.seiseralm.it

  • Pubblicato in Altro
Sottoscrivi questo feed RSS
itenfifrdenoruessv

Log in or create an account

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.