MoonlightMenuValcasiesMenuNEWTrentinoMenu

log in

Venerdì, 08 Gennaio 2021

SKIRI TROPHY DIVERSO MA SPECIALE, ARRIVA IL NULLA OSTA DELLA PROTEZIONE CIVILE

“La Protezione Civile ha detto sì… ma con riserva”. La citazione, ovviamente rivisitata in chiave ironica, è presa da una nota pubblicità degli anni ’90, ma il concetto è proprio questo. La Protezione Civile ha dato il nulla osta al comitato organizzatore GS Castello per l’organizzazione della 38.a edizione di Skiri Trophy XCountry, ma la riserva è d’obbligo e d’attualità al giorno d’oggi. I protocolli anti-Covid infatti impongono di svolgere le competizioni a porte chiuse, con buona pace degli spettatori che per quest’anno dovranno – giocoforza – godere dello spettacolo fondistico direttamente dalla poltrona di casa. Le due giornate di gara sono previste in Val di Fiemme per il 23 e 24 gennaio prossimi e saranno allestite le dirette streaming per seguire via web la manifestazione dedicata ai giovanissimi. Sulle nevi del Centro del Fondo di Lago di Tesero - neve scesa in abbondanza negli scorsi giorni - il programma di gara rispetto al passato sarà ridotto a causa del Covid. Nella giornata di sabato si sfideranno gli atleti delle categorie Ragazzi U14 sui percorsi di 4 km al femminile e 5 km al maschile, mentre domenica sarà il turno delle categorie Allievi U16 con i 5 km al femminile e i 7 km al maschile, tutte con partenza mass start ed atleti con mascherina indossata sino ad un minuto prima del via. Le cerimonie di premiazione verranno effettuate sul campo di gara subito dopo l’arrivo degli atleti. Purtroppo la 38.a edizione dello Skiri Trophy non vedrà presenti Baby, Cuccioli e nemmeno gli amanti del ‘Revival’ in quanto il regolamento federale non lo permette, ma lo spettacolo agonistico sarà comunque garantito. Anche in termini di sicurezza, il comitato organizzatore è rigoroso e invita tutti a rispettare le disposizioni impartite al fine di garantire la salute di atleti e addetti ai lavori, in primis – seppur a malincuore – chiede di non accorrere allo Stadio del Fondo per assistere alla manifestazione dal vivo. Anche se di derivazione calcistica, il detto “squadra che vince non si cambia” si addice perfettamente all’accoppiata Skiri-Kinder. Non a caso il Gruppo Ferrero conferma, anche per quest’anno, l’iniziativa “Kinder Joy of Moving” dedicata ai più giovani al fine di incentivare l’attività motoria a partire dai primi anni d’età. I lavori non sono ancora conclusi, ma mancano solo gli ultimi dettagli per far sì che le competizioni si svolgano in totale sicurezza durante la due giorni fiemmese. Soddisfazione ed orgoglio escono dalle parole della coordinatrice dello Skiri Trophy XCountry, Nicoletta Nones: “Sarà uno Skiri Trophy diverso, ma comunque speciale. Vorrà essere un simbolo di resilienza e speranza in un anno difficile per tutti, che ci ha insegnato a cogliere il bello nelle piccole cose, dal vivere il presente giorno per giorno, al gioire per la vecchia ma mai tanto amata normalità”. Info: www.skiritrophy.com

IN VAL DI FIEMME DOMINA BOLSHUNOV, DE FABIANI SECONDO

Cielo azzurro, sole, tanta neve, gara entusiasmante e un italiano sul podio, Francesco De Fabiani, mancava solo il pubblico, tenuto lontano dalle norme anti Covid. La Mass Start maschile 15 km in classico oggi ha dato il via al weekend finale del Tour de Ski in Val di Fiemme. Gara tattica, che ha vissuto il proprio apice nel corso del sesto e ultimo giro con un grande Francesco De Fabiani a mettere in difficoltà l’armata russa. Prima parte di gara utile alle statistiche, con il Bonus Point vinto dal francese Richard Jouve e il Bonus Time dal russo Alexander Bolshunov, ma è solo la tregua prima della tempesta… dell’ultimo giro. Il primo a sferrare l’attacco è stato il valdostano Francesco De Fabiani, oggi in grande spolvero sulle nevi della Val di Fiemme, ma alle sue spalle la coppia russa Bolshunov-Chervotkin ha retto il ritmo dell’azzurro. “Meglio soli che male accompagnati’… specie se dai russi, avrà pensato più volte ‘Defa’ quando, sulla salita “Zorzi”, ha tentato nuovamente l’allungo per staccarli tutti. Alcuni metri guadagnati e un sogno da inseguire, ma quando tutto sembrava girare per il meglio… ecco Bolshunov sfoderare due ‘Mig’ al posto degli sci. Non serve nemmeno lo sprint finale: primo Bolshunov, quinta vittoria consecutiva al Tour de Ski, secondo un fantastico De Fabiani che ha incendiato l’atmosfera nello stadio di Lago di Tesero: “Mi riesce sempre bene questa Mass Start. Volevo rifarmi del secondo posto ottenuto nel 2019, ma è finita allo stesso modo. Un po’ brucia, dovrò cambiare tattica perché con Bolshunov e Klӕbo non funziona”. Oggi i missili di ‘Sasha’ hanno fatto la differenza. Terzo l’ottimo Ivan Chervotkin che maledirà la penalità rimediata nella tappa in Val Müstair. Gara di casa per Paolo Ventura (29°) autore di una buona prova sempre a contatto con i primi, mentre più indietro Federico Pellegrino (36°), Giandomenico Salvadori (39°) e Mirco Bertolina (41°). La gara femminile si preannunciava combattuta, con le statunitensi Diggins e Brennan pronte a dare battaglia e a limitare gli attacchi dell’armata russa capitanata dalla Stupak, forte della vittoria e del terzo posto maschile dei connazionali Bolshunov e Chervotkin. Diggins parte e detta il ritmo nella prima parte di gara, insidiata dalle russe Nepryaeva e Sorina, e da uno squadrone svedese guidato da Andersson e Svahn, quest’ultima rientrata in gara grazie a un tampone molecolare negativo permesso in tempi ultra rapidi dall’organizzazione, dopo un primo antigienico positivo. Dal bonus in poi, guadagnato col coltello tra i denti dalla Andersson, la Diggins perde terreno accusando la stanchezza, la Brennan scompare all’orizzonte e risalgono insidiose Nepryaeva  e Hennig, la tedesca affamata di vittoria dopo il terzo posto dell’anno scorso. A completare il gruppo di testa le svedesi, pronte, come annunciato nei giorni precedenti, a far svettare la bandiera azzurro-gialla sulla collina ‘Brink’. Ed è all’ultimo giro che l’armata russa cala il colpo di grazia, complici sci velocissimi che nulla concedono alle avversarie, portando la Nepryaeva a conquistare la vittoria. Diggins è nona a 24” limitando i danni su Stupak che finisce ottava a 15”. Non avvistata Brennan, che chiude a 2 minuti. La migliore del gruppetto italiano è Anna Comarella, 21.a. A seguire, Lucia Scardoni 36.a, Martina Di Centa 37.a, Francesca Franchi 38.a e Ilaria Debertolis 43.a. Il Tour de Ski chiude la sua prima giornata di gare in Val di Fiemme. Al maschile tutto rimane invariato: prima posizione per Alexander Bolshunov, alle sue spalle il francese Maurice Manificat distante 2’37’’ e l’altro russo Ivan Yakimushkin a 2’47’’. De Fabiani è risalito all’11° posto. Tra le donne rivoluzione in atto: rimane in vetta l’americana Jessica Diggins, ma dietro di lei s’insediano Yulia Stupak seconda a 55’’ e Frida Karlsson a 1’42’’. Appuntamento per domani alle ore 10:30 a Lago di Tesero con le qualificazioni della Sprint in tecnica classica, mentre alle 13:05 partirà la fase finale. Domenica invece ci sarà la Final Climb sull’Alpe Cermis a chiudere il Tour de Ski.

Info: www.fiemmeworldcup.com Download immagini TV: www.broadcaster.it

Men 15 km Mass Start CT: 1 BOLSHUNOV Alexander RUS 41:33.7; 2 DE FABIANI Francesco ITA 41:35.5; 3 CHERVOTKIN Alexey RUS 41:37.4; 4 SEMIKOV Ilia RUS 41:40.4; 5 pf YAKIMUSHKIN Ivan RUS 41:41.3; 6 pf BRUGGER Janosch GER 41:41.3; 7 MELNICHENKO Andrey RUS 41:43.3; 8 SCHUMACHER Gus USA 41:45.1; 9 MALONEY WESTGAARD Thomas IRL 41:48.0; 10 MANIFICAT Maurice FRA 41:48.6.- 29 VENTURA Paolo 42:43.1; 36 PELLEGRINO Federico 43:51.9; 39 SALVADORI Giandomenico 43:54.7; 41 BERTOLINA Mirco 44:04.0

Women 10 km Mass Start CT: 1 NEPRYAEVA Natalia RUS 30:35.5; 2 HENNIG Katharina GER 30:37.9; 3 ANDERSSON Ebba SWE 30:39.6; 4 STADLOBER Teresa AUT 30:42.1; 5 MATINTALO Johanna FIN 0:42.7; 6 PARMAKOSKI Krista FIN 30:45.4; 7 ZHAMBALOVA Alisa RUS 30:49.2; 8 STUPAK Yulia RUS 30:50.6; 9 DIGGINS Jessie USA 30:59.5; 10 KIRPICHENKO Yana RUS 31:02.8. - 21 COMARELLA Anna 31:52.8; 36 SCARDONI Lucia 33:04.3; 37 DI CENTA Martina 33:11.0; 38 FRANCHI Francesca 33:14.6; 43 DEBERTOLIS Ilaria 35:28.5

Tour de Ski – Men standings: 1 BOLSHUNOV Alexander RUS 2:57:09; 2 MANIFICAT Maurice FRA +2:37; 3 YAKIMUSHKIN Ivan RUS +2:47; 4 SPITSOV Denis RUS +2:50; 5 MALTSEV Artem RUS +3:17

Tour de Ski – Women standings: 1 DIGGINS Jessie USA 2:25:02; 2 STUPAK Yulia RUS +0:55; 3 KARLSSON Frida SWE +1:42; 4 ANDERSSON Ebba SWE +1:45; 5 HENNIG Katharina GER +2:06

Sottoscrivi questo feed RSS
Italian English Finnish French German Norwegian Russian Spanish Swedish

Log in or create an account

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.