MoonlightMenuValcasiesMenuNEWTrentinoMenu

log in

Lunedì, 04 Gennaio 2021

BUONE NUOVE DALLA GRAN FONDO VAL CASIES

In Valle di Casies si attende solo il weekend del 20 e 21 febbraio 2021 quando, sulle nevi altoatesine, prenderà il via la 38.a edizione della Gran Fondo Val Casies, la maratona di sci di fondo che ha fatto breccia nel cuore degli amanti delle ‘long distance’. Un appuntamento fisso per atleti, amatori e fedelissimi che dura ormai dal 1984, anno della prima edizione, e che nel tempo ha saputo attirare sempre più appassionati raccogliendone i tanti consensi. Un tale successo però non cresce sugli alberi – al contrario – ha bisogno di un costante e considerevole impegno da parte degli addetti ai lavori. Le difficoltà nell’organizzazione di un evento di questa portata sono all’ordine del giorno, vuoi per mancanza di neve o, come nel 2020, a causa della pandemia che ha costretto molti eventi alla cancellazione, ma in Valle di Casies il motto “chi si ferma è perduto” è diventato un dogma che ha portato ad ottenere un risultato di cui andare pienamente orgogliosi, ovvero 37 edizioni disputate, senza mai una cancellazione. Anche per l’evento del prossimo febbraio non sono mancati gli ostacoli portati dal Coronavirus, ma le linee guida da seguire nel corso della manifestazione sono state già tracciate. Novità giungono per quanto riguarda le sezioni ‘iscrizioni’, in cui l’unica modalità per registrarsi alla manifestazione sarà quella telematica, e ‘gruppi di partenza’ con i protocolli anti-Covid a disporre partenze scaglionate e distanziate per un massimo di 100 atleti per gruppo. L’assegnazione delle griglie di partenza verrà stilata in modalità automatica e sulla base dei risultati ottenuti nelle edizioni 2018, 2019 e 2020, mentre per le griglie a seguire si valuterà la data di iscrizione. Tutto confermato invece per quel che concerne il programma di gara, con al sabato le prove in tecnica classica sui percorsi di 30 e 42 km, mentre domenica sarà tempo di tecnica libera sulle medesime distanze. Sarà un viaggio alla scoperta dell’intera Valle di Casies con partenza e arrivo posti a San Martino e con i tracciati che saliranno per un tratto verso Santa Maddalena, quindi scenderanno fino a Tesido per poi fare ritorno alla base, con l’aggiunta – per coloro che affronteranno il percorso più lungo – della salita a Santa Maddalena prima di rientrare nuovamente a San Martino e tagliare il traguardo. Una manifestazione dedicata anche a chi del ‘cronometro’ non ne vuole sapere e desidera percorrere gli itinerari della granfondo in completa rilassatezza, la formula “Just for Fun” – per l’appunto – è pensata per coloro che vogliono godere degli splendidi panorami offerti dalla Valle di Casies senza lo stress della gara. Nel weekend altoatesino non mancherà nemmeno lo spazio riservato ai più giovani, con la “Mini Val Casies” pronta ad accogliere bambini e ragazzi sotto i 20 anni. Saranno tre le distanze di gara su cui dovranno sfidarsi le giovani promesse dello sci di fondo, e il chilometraggio verrà suddiviso in base all’età degli atleti: anello di 1 km per i minori di 8 anni, 3 km per i ragazzi dagli 8 ai minori di 14 anni, mentre dai 14 ai minori di 20 anni il chilometraggio complessivo sarà di 5 km. Una vetrina importante quella della Gran Fondo Val Casies, evento che da ormai 38 anni attira fior fior di campioni e campionesse sulle nevi altoatesine, atleti indiscussi capaci di scrivere pagine importanti di questa amata manifestazione. Il tempo scorre e febbraio, in Val Casies, non è mai stato così vicino…Info: www.valcasies.com

LO SCI ‘NORDIC’… ARRIVA NELL’ARENA

Il treno è lanciato e prosegue la sua corsa. A Dobbiaco è tutto pronto per il Tour de Ski che, dopo la tre giorni svizzera in Val Müstair, si appresta ad affrontare la prima tappa altoatesina, delle due in programma, in Alta Pusteria. Nelle giornate di domani e mercoledì alla Nordic Arena si correranno rispettivamente la individual skating e la pursuit a tecnica classica sulle distanze di 10 e 15 km. Le disposizioni anti-Covid impongono un’edizione diversa dalle altre, questo è certo, ma non tolgono entusiasmo ad una manifestazione giunta alla sua 15.a edizione. Le prime tre tappe del Tour hanno delineato in campo maschile un dominio pressoché incontrastato del russo Alexander Bolshunov, il quale punta così a bissare il successo ottenuto lo scorso anno sul traguardo del Cermis. Con un secondo posto nella sprint d’apertura e due successi nella mass start e nella pursuit, ha impresso un distacco difficile da colmare per gli avversari. A poco meno di un minuto, 53 secondi per la precisione, il connazionale Artem Maltsev assieme al francese Maurice Manificat, distante 1’07’’, proveranno – per quanto difficile – a contenere lo strapotere di ‘Sasha’ Bolshunov. Tra gli italiani ottima 8.a posizione per Federico Pellegrino, artefice di un successo nella sprint in Val Müstair e che ha saputo ben destreggiarsi, nonostante non fosse il suo pane, nelle gare distance. In rimonta anche gli altri azzurri con Francesco De Fabiani a 2’54’’ dal leader, Giandomenico Salvadori a 4’06’’, Paolo Ventura a 4’09”, Mirco Bertolina a 4’49’’ e Davide Graz a 5’52’’. Situazione ben diversa al femminile con un terzetto racchiuso in 10 secondi, pronto a giocarsi la vittoria sino alla fine. L’ultima tappa svizzera ha premiato la statunitense Jessica Diggins che nel finale ha staccato la connazionale Rosie Brennan e la svedese Frida Karlsson rispettivamente di 5 e 10 secondi. Niente da fare per la vincitrice delle prime due tappe, Linn Svahn che nell’inseguimento ha perso molto terreno uscendo dalla corsa per il titolo. Tra le azzurre una solida prova di Anna Comarella, che dopo le difficoltà nella sprint inaugurale ha saputo rimontare fino al 20°posto. Rimonta anche per la trentina Francesca Franchi ora al 26°posto in classifica generale, mentre sono più attardate Lucia Scardoni, Martina Di Centa, Ilaria Debertolis ed Elisa Brocard. Molta soddisfazione nelle parole di Gerti Taschler, presidente di SportOK Dobbiaco: “Stiamo vivendo bene questa vigilia e siamo contenti di organizzare, anche quest’anno, il Tour de Ski nonostante le difficoltà portate dal Covid. Sia atleti che tecnici sono felici di tornare a Dobbiaco, perché qui si sentono a casa e le piste sono preparate bene”. Domani il via dalla Nordic Arena alle ore 13 per la gara femminile di 10 km e alle 14.45 per la 15 km maschile. Info: www.worldcup-dobbiaco.it

Sottoscrivi questo feed RSS
Italian English Finnish French German Norwegian Russian Spanish Swedish

Log in or create an account

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.